For more extensive artist's bio, articles and list of exhibitions, visit artist(s) website(s). Many of the images displayed on this site are copyrighted, and are used here only for purposes of education or critical review. All rights are reserved by the artists who created the works referenced herein.

Painting is silent poetry, and poetry is painting that speaks. Simonides

Adele Ceraudo










Adele Ceraudo



Disegna la bellezza e forza della donna, con la penna Bic. Attualmente l'artista, calabrese d'origine, vive e lavora nella città di Roma.





















Adele Ceraudo



Adele Ceraudo è un'artista cosentina di nascita, romana di adozione.

Dopo il diploma al liceo artistico, prosegue la sua formazione presso la facoltà di architettura a Firenze, dove approfondisce lo studio geometrico della linea che caratterizza nel tempo la sua produzione, e frequenta corsi di restaurerei beni architettonici tra Roma e Firenze.

Esprime la sua personalità variegata, lavorando contemporaneamente come grafica, illustratrice e attrice.

Esordisce con la personale Nudi a penna presso la Galleria Le Muse a Cosenza (2007) ma è a Roma dove si trasferisce e vive, in cui conosce e si confronta con artisti internazionali e locali, come Enzo Chucchi, Mark Kostabi, Igor Mitoraj, Alberto Sughi, solo per citarne alcuni, incontra collezionisti e galleristi, frequenta storici e critici d'arte, trovando un habitat ideale alla sua evoluzione artistica.

Nella capitale partecipa ad alcune collettive presso la galleria Ottagoni (2008) e Cassiopea (2009; 2010). Espone alla Galleria dell'Orologio (2009), mostra replicata nello stesso anno a Barcellona, partecipa a premi di arte contemporanea, Premio Terna (2009) e a collettive accanto a noti artisti in occasione di aste di solidarietà, Learn to be Free promossa da Irene Pivetti (2009) e Christie's per Fabula in Arte (2009 e 2010) nei musei Greco e Mastroianni di San Salvatore in Lauro, espone nel foyer del teatro Quirino (2010).

Espone nel Comune di Roma a "la Centrale Montemartini", come finalista del premio Talent Prize (2010), dove si colloca tra i primi dieci su mille partecipanti e prende parte a tre eventi a favore delle donne all'interno della Rassegna Battiti, con una mostra collettiva Fantasmi d'autore a Trastart, e due personali Particolare rivelato nella Galleria Quantum Leap a Monti e Il suono delle parole al Music Forum Village.

Gli incontri, le conversazioni con altri artisti, i modelli antichi e moderni in città, sono stimoli tali da far evolvere rapidamente il suo stile dai fisici accademici di impronta michelangiolesca verso risultati più maturi, grazie alla fusione di tecniche, quali fotografia, computer grafica, pittura e disegno, dove la fitta trama dei segni a penna dà talvolta la sensazione di essere di fronte ad un'incisione.

In tal modo l'artista, partendo dal corpo e in particolare quello femminile, all'interno della sua ricerca costante sulla body art, vuole indirizzare l'attenzione dell'osservatore verso implicazioni di natura psicologica.

L'artista è stata selezionata ed ha partecipato alla 54° edizione della Biennale di Venezia, padiglione Calabria e, sempre con Vittorio Sgarbi, è a Venezia per la mostra "l'ombra del divino nell'arte contemporanea" inoltre, sono in preparazione due ambiziosi progetti: un libro di ritratti delle donne più rappresentative d'Italia e una importante mostra personale,in collaborazione con 13 importanti fotografi ispirata a citazioni storiche dell'arte italiana.






No comments:

Followers

Blog Archive

Labels

Related Posts with Thumbnails